top of page

DENARO e FAMIGLIA: DAVVERO C'È UN LEGAME?



Un’alba splendente di qualche giorno fa, mi ha permesso di pensare al sole e all’abbondanza.

Quanto amore c’è nel sole e nella vita!


E l’abbondanza è proprio questo: amore, calore, vita, benessere, salute e anche denaro.

Il denaro contiene in sé un mondo molto ampio perché ci abbiamo “costruito” sopra tantissime credenze, pensieri, abitudini e molto altro ancora.


Alcuni libri sul denaro nascono per aiutarci ad averne tanto, ci insegnano quello che serve sapere per non avere più il problema dei soldi, altri libri ci dicono che ne possiamo avere a bizzeffe senza fare il minimo sforzo, per altri ancora, invece, per essere meritevoli del denaro bisogna fare una fatica assurda; poi ci sono libri che ci aiutano a far pace con quella parte di noi che, inconsciamente, lo rifiuta e così via.


Insomma, molte tecniche, molte abitudini e molte modalità per cercare e trovare questo tesoro.


Ne ho letti diversi negli anni, ma è come se una parte di me fosse sempre stata scettica verso chi ti promette di insegnarti a far soldi senza fare nulla, o poco nulla.


Con gli studi sulle costellazioni familiari, ho poi scoperto molti legami tra il denaro e la famiglia (da cui in verità si dipana tutto, ma proprio tutto ciò che riguarda la nostra vita) a cui mai avrei pensato e invece… nella pratica ho poi riscontrato che il legame c’è, eccome!


Ovviamente per avere del denaro bisogna avere la materia prima, ossia un progetto che abbia della sostanza (e su questo non ci son dubbi), poi bisogna saperlo realizzare (il progetto) e bisogna anche impegnarsi non poco. Ma non basta neanche questo perché senza un intento rivolto alla bellezza, al bene e all’utilità non si andrà molto lontano.


…sì, ma cosa c’entra la famiglia?


La famiglia è il nostro “luogo” di nascita, c’è forse un “luogo” più importante?


La nostra mamma ci ha dato il bene più grande, quello che non ha prezzo: la vita!


Ecco perché il nostro rapporto col denaro richiamo il rapporto che abbiamo con la nostra mamma, i sentimenti che proviamo per lei, i pensieri che abbiamo per lei. Tutti.


Anche quelli di cui un po’ ci vergogniamo.


Nel suo meraviglioso libro “Anche i soldi hanno un’anima”, Gabriele Policardo suggerisce di mettere, nero su bianco, una raccolta di parole, pensieri e riflessioni che ci legano al denaro e prendere coscienza del fatto che sono le stesse parole, pensieri e riflessioni che ci riportano alla nostra mamma e voi, che mi conoscete, sapete quanto io ami gli “elenchi” e i fogli scritti con ciò che scopriamo di noi, quindi quando lessi il libro, quell’idea mi piacque immediatamente.


Può succedere, come accadde a me anni fa, che tu stia pensando che con la tua mamma vada tutto bene perché le vuoi bene e andate d’accordo (ma hai problemi di disponibilità di denaro), allora ti consiglio di fare (oltre a quanto sopra) anche il lavoro contrario: guarda meglio dentro di te e vedi se trovi qualche “frasetta di rimprovero” magari di quando eri piccolo o delle recriminazioni o un qualcosa che credi che la tua mamma abbia sbagliato…


Lì troverai un “disordine”: un figlio che si pone al di sopra di un genitore (in questo caso la mamma) e che crede di avere il diritto di dirle ciò che avrebbe dovuto fare e non ha fatto.

Ma non ti preoccupare, lo abbiamo fatto tutti.

Tutti, chi più chi meno, abbiamo un taccuino segreto in cui abbiamo registrato che “quarant’anni fa, in quel pomeriggio di sole, la nostra mamma ha fatto …. piuttosto che ….” e quel picco appunto, seppur lontano nel tempo, ha un’influenza enorme nella nostra vita, ancora adesso.


Lei ci ha dato la vita, un bene che non ha prezzo e noi siamo ancora qui a giudicare ciò che ha fatto una vita fa.


Siamo brutte persone per questo?

Assolutamente no. Ma ci sono cose che non conosciamo e che possono aiutarci a comprendere come funzioniamo e, nel caso delle costellazioni familiari, ci aiutano a capire quanto siano fondamentali i legami inconsci che ci legano alla nostra famiglia.


E con il tuo papà come vanno le cose? Internamente, nel profondo, cosa provi e cosa pensi di lui?


Perché il denaro è anche il nostro rapporto con nostro padre. Egli, infatti, è colui che ci dà la benedizione di portare i nostri progetti nel mondo.

Colui che ci protegge e ci sostiene.

...quanta forza possiamo attingere dal nostro papà!


C’è poi una grande categoria che spesso rappresenta il denaro mancante ed è formata proprio dalle persone mancanti, ossia i familiari che sono stati dimenticati o allontanati o esclusi oppure che sono nati e morti precocemente oppure che non sono mai nati (es. aborti o gemelli non nati)…


Potremmo dire che il denaro che manca può anche avere il volto di qualcuno che ha lasciato un vuoto.


E non è finita qui, il denaro è molto di più: può rappresentare l’intera nostra famiglia (intesa come sistema familiare) se siamo legati ad essa da convinzioni e modalità a cui aderiamo ciecamente per timore di perdere l’appartenenza a tale sistema.


La lealtà nei confronti della nostra famiglia (direbbe Bert Hellinger) ci garantisce che siamo meritevoli di essere membri di questo gruppo e ciò ci rassicura, ma tale “obbedienza” ci può anche allontanare dalla nostra vita (rinunciando ad essa) per ripetere schemi o la vita di chi ci ha preceduto.


Quanto ci costa (termine più che adatto) onorare, amare e rispettare la famiglia dirigendoci contemporaneamente verso la vita che è SOLO NOSTRA?


Il prezzo è la crescita e l’attraversamento del senso di colpa: dobbiamo imparare a tornare ad essere i figli dei nostri genitori, coloro che ricevono da mamma e papà.

Figli che, però, non restano degli eterni bambini, ma che diventano adulti, attraversano il senso di colpa e si assumono la responsabilità di prendere da soli le scelte che ritengono importanti, così da continuare ad attingere forza e amore dai genitori, dai nonni e da tutti gli antenati (che sono e saranno sempre alle nostre spalle).


In questo modo possiamo avere davanti ai nostri occhi tutta una vita tutta da costruire, giorno dopo giorno, secondo il nostro modo di essere, i nostri desideri e, soprattutto, portando più amore e bellezza nel mondo (che poi è il motivo per cui siamo nati).


Ciò vuol dire onorare il passato per ciò che è, non per ciò che avremmo voluto che fosse e attingere amore e forza da tutti coloro che sono venuti prima di noi per avere tutte le energie a nostra disposizione per noi stessi e per gli altri.


Ecco cosa avremo l'opportunità di vedere insieme il 26 febbraio a Reggio Emilia, la meravigliosa potenza della nostra famiglia, una rete di relazioni straripanti d'amore che in alcuni punti (o meglio: momenti) ha un rallentamento di questa straordinaria forza.

Il disordine nei rapporti familiari impedisce il normare fluire dell'amore.


Ripristinando i movimenti interrotti e portando alla luce ciò che è stato dimenticato, possiamo irrigare di gioia la vita del nostro sistema familiare per dimorare nel benessere, nella salute, nell'abbondanza, nell'amore e nel successo... perché "SIAMO UN GESTO D'AMORE", trovi sotto tutte le info dell'evento.


Buone riflessioni!


Con amore, Paola

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI:


"SIAMO UN GESTO D'AMORE"

COSTELLAZIONI FAMILIARI e JOYFULL BODY EXPERIENCE

REGGIO EMILIA - 26 febbraio 2023

Il lavoro di gruppo è indispensabile per imparare a guardarci senza vergogna, ad esporci senza giudizio e a collaborare.

La presenza degli altri è fondamentale, un aiuto prezioso per volgere lo sguardo dove le problematiche si trasformano in sofferenza.

Insieme ci si sostiene e si cresce.


Lascia i vecchi schemi e costruisci una vita tutta tua seguendo i precetti della tua anima e

realizzando così i tuoi sogni…

Spesso dimentichiamo che, per vivere il presente, bisogna guardare con rispetto al passato, ai nostri genitori e a coloro che ci hanno preceduti.

Vedremo insieme come agiscono

i "movimenti dell'amore"

riconnettendoci alla consapevolezza di chi siamo.

Lo faremo insieme!


Per maggiori info e iscrizione, scrivimi a paolacosta.info@gmail.com

 

"VOLA VIA DALLE CREDENZE LIMITANTI"

RESIDENZIALE IN TOSCANA con Paola Costa e Chef Gabriel

TORINO - 11 dicembre 2022

Anche quest’anno un bel momento per stare insieme e fare un lavoro di gruppo, il tema di base sarà:

le CREDENZE LIMITANTI.

Esse sono delle CONVINZIONI che non sono terrificanti né spaventose, nascono in noi per poter gestire l’ignoto. Dobbiamo però fare i conti con il momento in cui tali credenze o convinzioni sono poi diventate, per l’appunto, LIMITANTI.

Dal momento che le nostre convinzioni si formano in noi quando siamo molto piccoli, guardare alla nostra famiglia con comprensione e amore è il mezzo più potente che abbiamo sperimentato per poterle trasformare.

Ancor più degli altri residenziale, quello di quest’anno sarà all’insegna di un esperienza che possa essere maggiormente arricchente perché abbineremo ai lavori svolti, alcune attività volte a provare emozioni che ci fanno stare bene come il divertimento, il relax, il gioco e la condivisione.


Per maggiori info e iscrizione, scrivimi a paolacosta.info@gmail.com


 

"CERCHIO delle DONNE" parleremo di sesso

TORINO (sto organizzando la prossima data)

Sono incontri di donne nei quali vorrei mettere al primo posto l’ascolto, il raccontarsi, l’espressione e la creazione. ​Ritrovarci per vedere come stiamo, cosa è accaduto in noi in questi ultimi anni, cosa abbiamo fatto per sopravvivere, per vivere, cosa abbiamo sentito, cosa abbiamo dovuto far finta di non sentire per andare avanti… Quali parti di noi sono emerse e quali parti di noi hanno dovuto fare retromarcia. ​ Saranno incontri anche creativi, dove ciascuna porterà il proprio contributo con la propria bellezza. Ogni cerchio sarà modulato anche in base alle donne presenti. Ciascuna donna potrà, ovviamente, scegliere se parlare o meno, se ballare o meno, se prendere parte al gioco o se semplicemente restare ad osservare. ​Vorrei fossero una culla nella quale tutte siamo bambine cullate, ma al tempo stesso tutte siamo donne adulte che accolgono e sostengono.

Il confronto sarà molto importante, poter fare cose nuove, quasi come un gioco… senza paura di essere giudicate e utilizzando il cerchio di donne come campo di prova dove, chi vuole, può osare! Lo faremo insieme!


Per maggiori info e iscrizione, scrivimi a paolacosta.info@gmail.com

22 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Seguire le orme

Comments


bottom of page