top of page
Logo Accademia per il sito_compl.png

Accademia
dell'imprevisto

L'ACCADEMIA DELL’IMPREVISTO nasce per:

trasformare i disagi in opportunità

ridere di se stessi e uscire dalla zona comfort

trovare il coraggio di essere felice

 

L’Accademia nasce ufficialmente l’8 maggio 2024, tre mesi dopo il mio 50°

compleanno e grazie al bizzarro 2023: l’anno più terrificante e straordinario

di tutta la mia vita!

 

In breve: in un periodo di forte crisi esistenziale (durante il quale ho sospeso le mie attività) mi sono spesso domandata: “Ma, nello stato in cui mi trovo, chi e come potrebbe aiutarmi?” però non riuscivo a trovare una risposta perché questa domanda sottintendeva “Cosa faresti tu, Paola, per aiutare una persona che si trova nelle tue condizioni?” e in quei travagliati mesi sono emerse due parole fondamentali: rispetto e comprensione.

E poi mi dicevo “Questa dev’essere la volta buona. Se ti senti così distrutta, allora che avvenga la disfatta e poi la rinascita, ma che sia vera, totale, radicale.”

Foto Paola 2024-05-31.jpeg

Non ti racconto i dettagli di quei mesi, ma solo che un giorno ho deciso che dovevo ripartire su tutto!

Allora, ho fatto una selezione dei miei studi, delle esperienze fatte, dei seminari, dei miei desideri e ho iniziato a togliere, scremare, ripulire, rielaborare.

Ho buttato ciò che era troppo laborioso, pesante e superfluo e, col passare delle settimane, è rimasto l’essenziale: la leggerezza di ciò che mi aiutava a ricordarmi di essere me stessa e la mia capacità divertente di saper accompagnare gli altri alla ricerca della loro UNICITÀ.

 

Ovviamente, ho iniziato con me stessa, accettandomi per ciò che ero in quel momento (poco più di uno straccio), guardandomi nella mia interezza, senza contarmi frottole e senza procrastinare.

E mi sono resa conto che, negli anni, avevo chiuso in vari cassetti ciò che non mi piaceva di me e ciò che mi spaventava. Cassetti colmi di paure, ansie, sensi di colpa, rimorsi, rimpianti e, col passar del tempo, i cassetti sono diventati troppi e io mi son persa.

Completamente.

Non sapevo più quali fossero i miei sogni e desideri perché avevo fatto miei quelli degli altri.

Non riuscivo a scovare nulla per cui valesse la pena di rimboccarmi le maniche.

 

Poi, ad un certo punto, pur essendo in un periodo di “panico e paura”, ho sentito che la vita non poteva essere “contro di me” e così ho mollato il timone (tanto non stavo andando da nessuna parte), lasciando che fosse lei, la vita, a guidare i miei passi.

E i mostri chiusi nei cassetti?

Loro erano sempre lì, spaventosi, spietati e instancabili, così li percepivo, ma cosa volevano dirmi?

 

Quel guardare la vita come fosse un’ALLEATA ha cambiato il mio atteggiamento e, poco alla volta, ho iniziato ad  aprire i cassetti di qualche millimetro, poi centimetri fino a spalancarli tutti e…. sorpresa! Non sono morta di paura, ma RINATA!

E quelli che chiamavo “mostri” erano lì per me e non c’era nessun nemico da sconfiggere, né fuori di me né dentro di me.

Per cui, rinata io, doveva rinascere anche il mio lavoro. Ed è arrivata lei: L'ACCADEMIA DELL'IMPREVISTO

Logo Accademia per il sito_compl.png

Ho sentito che il CAMBIAMENTO è sinonimo di apertura alla vita!

Saperlo accettare è una grande abilità e, se siamo allenati all’imprevisto, siamo praticamente allenati a tutto!

 

Ecco perché l'Accademia prevede che durante gli incontri si possa sperimentare la leggerezza del mettersi in gioco, ovviamente senza alcun obbligo e con la spontaneità dei bambini e questo ci permette di sviluppare l'abilità di prendere la vita come un'avventura divertente e, al tempo stesso, profonda e unica!

Nell’ACCADEMIA, si fa una netta distinzione tra causa e SCOPO, soffermandoci prevalentemente sullo SCOPO.

La causa apparente dei nostri disagi (come: "ho perso il lavoro, sono stato abbandonato, mi hanno escluso, etc") non è di alcun aiuto rispetto allo scopo: QUALE DONO MI STA PORTANTO QUESTO DISAGIO?

Infatti, il disagio arriva sempre come un ambasciatore che mi deve recapitare un messaggio che riguarda solo me.

Se accetto questo ambasciatore, egli mi consegnerà il prezioso messaggio, dopodiché sarà sua cura andarsene.

 

Ma allora perché spesso si soffre per mesi, se non per anni?

Per diversi motivi, tra cui questi: punto primo, perché rifiutiamo la sofferenza, poi perché ci ostiniamo a vivere nel passato e, infine, perché spesso la sofferenza diventa la nostra comfort zone e lì vogliamo rimanere scegliendo il certo (dolore) all'incerto (la felicità).

 

…ma niente paura! Nessuno è sbagliato, nessuno è “rotto”. Tutto ciò accade perché ignoriamo la nostra grandezza o perché siamo spaventati dal potere della nostra Anima e, quindi, ci ostiniamo a vivere come comuni mortali, cosa che non siamo affatto!

 

Attraverso l’ACCADEMIA DELL’IMPREVISTO aiuto le persone a riallinearsi con se stesse affinché la quotidianità sia impregnata di STRAORDINARIO * MAGIA * UNICITÀ * GIOIA * BELLEZZA * CREATIVITÀ.

L’ACCADEMIA DELL'IMPREVISTO è aperta a tutti coloro che hanno

voglia di vivere appieno la propria Essenza diventando i protagonisti della propria vita con curiosità e coraggio.

Le attività dell'Accademia si svolgono

dal vivo con incontri di gruppo

oppure

online come percorsi individuali.

bottom of page