DOVERE o PIACERE? capitolo 2

Ho impiegato molti anni per comprendere che siamo nati per VIVERE, per sentire profondamente (cioè senza riserve e senza sensi di colpa) che veniamo al mondo per manifestare la NOSTRA bellezza.

Non possiamo tentare di assomigliare a qualcuno, sarebbe come violare la sacralità della nostra unicità e, tra l’altro, non sarebbe nemmeno possibile perché ciascuno porta in sé qualità, suoni, colori, attitudini che unite insieme creano un’opera d’arte ineguagliabile.

Cercare dunque di assomigliare a qualcuno oppure di essere come qualcuno vorrebbe che fossimo è una vera e propria frode.

Nonostante riconosca che serve una grande abilità nel riprodurre un’opera d’arte, una riproduzione resta una copia. L'opera è unica ed è il risultato di una precisa sequenza di materiali, colori, gesti e cuore dell’autore.

Così siamo noi: opere d’arte, uniche.


Ci è stato insegnato (almeno a quelli su per giù della mia età) che la regola doveva essere “Prima il dovere e poi il piacere”, ma col dovere sempre al primo posto, arrivavo al momento del piacere troppo stanca (a volte troppo stanca persino per dormire).

Ma la vita può essere solo questo?

Mi chiedevo, ma non riuscivo a vedere soluzioni. Pensavo di non aver compreso nulla, invece, ho compreso molto.

Ho capito che dovere e piacere vanno bilanciati.

Il senso del dovere mi ha dato tantissimo, mi ha fortificata, allenata e fatta crescere, ma senza conoscere il piacere la mia forza e la mia grandezza erano spente, avvizzite.

L’armonia tra queste due strade, crea un unico sentiero al centro del quale possiamo e dobbiamo porre noi stessi. Noi al nostro posto, mai al posto di qualcun altro.

Così, dal centro della nostra vita, possiamo essere CHI SIAMO e da qui possiamo contribuire alla Bellezza del mondo, non perché il mondo ne sia carente (tutt’altro!) ma perché, essendo infinita, la bellezza non ha confini né limiti.

Questo è uno dei pilastri che per me è stato fondamentale e che trasmetto nei miei incontri individuali.


In molti mi state chiedendo quando partirò con nuovi corsi e conferenze, vi ringrazio per questo vostro caloroso affetto, ma per ora non ho ancora fissato nulla in calendario.

Proseguono i miei lavori con le costellazioni individuali che credo possano dare tanto, soprattutto in questo periodo.

Stiamo inoltre organizzando (non per giugno, ma per settembre) un residenziale sul BENESSERE dove io mi occuperò della parte di attività (ludico-dilettevoli) e il mio adorato fidanzato EMOZIONI GOURMET - chef a domicilio si prenderà cura dei partecipanti con i suoi strepitosi piatti.

Entrambi facciamo e faremo del nostro meglio per divertirci, godere della bellezza di questo mondo e crearne della nuova.

Chi vorrà tuffarsi in questa esperienza proverà con noi la gioia dell’armonizzare dovere e piacere per essere felici, in salute e nell’abbondanza!


Per il resto, ad oggi, non prendo altri impegni di lavoro.

Devo dedicarmi a me, alla mia famiglia, al mio grande giardino, alla fotografia, ai miei “Home bijoux” (che ultimamente ho trascurato) e, se avanzo del tempo, mi metterò a studiare le materie che mi piacciono!


Titolo della prima foto:

PENSANDO A KRI: coccinella tra gli "occhi della Madonna"

Titolo della seconda foto:

PREDISPOSTA ALL’INEVITABILE BELLEZZA: me, ieri, prima di un individuale.

Titolo della terza foto:

TRATTARSI BENE FA STAR BENE: noi, estate, piscina, Langhe


Con amore,

Paola



203 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti