SIAMO NATI PER PULSARE D’AMORE AD OGNI RESPIRO.

Intoppi, contrattempi, problemi, difficoltà: fermarsi o perseverare?

Ciao a tutti!

Vi comunichiamo che la data del residenziale “BENESSERE È” è variata.

La nuova data è dal 16 al 19 settembre 2021.


…ma vi racconto una nostra, una mini-storia, la nostra.


Chi mi segue sui social o ha partecipato ai miei ultimi incontri on-line, sa che da tempo stiamo preparando questo evento. Abbiamo voluto scegliere il luogo migliore, per molteplici aspetti, per tutto ciò che andremo a fare e per l’energia che si verrà a creare.

Fino a due settimane fa stavamo per confermare una location che sembrava potesse soddisfare tutte le nostre esigenze, ma un piccolo dettaglio ci ha fermati. Avete presente quando “qualcosa non vi torna”? Ecco, anche a noi qualcosa non tornava.

E, quella sera, mi sono venute in mente le vostre domande, quando mi chiedete “Ma come faccio a sapere se devo perseguire un obiettivo o se la vita (attraverso intoppi, rallentamenti o ostacoli) mi vuol dire che devo desistere?”

Mi è venuto da sorridere e subito, come abbiamo fatto sino ad ora, Gabriel, Alessandra e la sottoscritta, ci siamo domandati: COSA È CHE NON STIAMO VEDENDO? COSA CI STA DICENDO LA VITA?


Mi azzardo a dare un suggerimento a quelli che scelgono di essere coloro che comprendono la vita, smettendo di subirla: F E R M A T E V I.


Regola n°1 = NO PANIC. Il panico non serve a nulla, né ad avere il ‘sangue freddo’ se si deve prendere una decisione velocemente, né a stare nella calma se si ha tempo per pensare e ascoltarsi.

Regola n°2 = RESPIRARE E RICORDARSI CHI SIAMO.

Regola n°3 = LA VITA GIOCA SEMPRE IN NOSTRO FAVORE. Ecco perché ci siamo posti la domanda “Cosa è che non stiamo vedendo? Cosa ci sta dicendo la vita? Dove ci sta conducendo?”

Regola n°4 = MAI PRETENDERE. Pretendere è assurdo. La vita ci dà sempre ciò che ci serve e ce lo dà al momento giusto. Pretendere è come dare dello stupido a Dio…

Regola n°5 = DISIDENTIFICARSI. Se si seguono le prime 4 regole sarà facile ricordarsi che non può esistere né una sconfitta, né un fallimento, né una perdita. Vivere è sempre sinonimo di guadagno, arricchimento, bellezza, esperienza, vincita e amore. Quindi è sufficiente fare del proprio meglio e poi “lasciar andare” e sentirsi slegati dai risultati.

Se abbiamo paura di perdere o fallire chiediamoci “Chi fallisce?” e “Cosa perdo?” restiamo vigili e tutto si dissolverà, torneremo in noi stessi e la chiara visione si farà strada in noi.


A noi è successo esattamente questo.

Abbiamo permesso alla vita di condurci per mano, senza mai alimentare il minimo pensiero di sfiducia. Siamo rimasti saldi e abbiamo aperto il cuore all’ascolto.

Con il cuore, ci si sono spalancati gli occhi e abbiamo compreso che la nostra visuale aveva un’angolatura ristretta e che potevamo osare molto di più.

Così, in soli 4 giorni abbiamo trovato nuove location tra cui scegliere: una più bella dell’altra e tutte assolutamente di gran lunga migliori di quella che stavamo per confermare!


Abbiamo lavorato assiduamente sabato e domenica per poter pubblicare l’evento e così è stato… poi, ieri sera una telefonata.


Un errore umano, una svista. Non importa di chi. Importa l’ESSERCI QUANDO LA VITA ACCADE e che ogni situazione ha mille modalità di gestione.

Noi abbiamo scelto la collaborazione. Era l’unica modalità? Certo che no!

È solo quella che, in questo caso, noi abbiamo prediletto. E, primi tra tutti, i più collaborativi sono stati gli iscritti al residenziale. Tutti hanno detto “Ok, va bene anche se cambiamo data!” Beh, noi vi ringraziamo con tutto il cuore!


Se vi state chiedendo perché vi scrivo tutto questo, vi dico che ultimamente molti mi scrivono facendomi delle domande apparentemente semplici, ma che denotano la totale dimenticanza che tutti siamo straordinariamente umani.

Tutti viviamo ciò che la personalità definisce intoppi, ma non siate fanatici delle regole e non fate i “frustrati dello spirito”, amate piuttosto ogni vostra reazione, ogni vostro aspetto, senza giudizio e senza condanna.

Non brucerete all’inferno perché vi siete arrabbiato o offesi o se avete sentito il desiderio di vendetta…al contrario guadagnerete il Paradiso in terra facendo la pace con ogni singolo aspetto di voi che rifiutate (in voi e negli altri).

Vi scrivo dunque questo ‘papiro’ per amore della condivisione, per ricordarvi che i “contrattempi” non esistono: sono solo un trampolino davanti al quale chiederci “salto o mi fermo?”.

E, mi raccomando, qualunque sia la vostra scelta, cercate di farla accordati col vostro SENTIRE e, ripeto, senza giudizio e senza condanna. Non potete sbagliare perché lo sbaglio non esiste.


Infine, aggiungo la REGOLA N°6 = che non è ultima in ordine di importanza: divertitevi facendo ciò che vi piace. Lo scrivo sempre, eppure, ancora troppe persone agiscono per il bene degli altri riducendosi a dei cenci. Non siamo nati per essere zerbini, ma per pulsare d’amore ad ogni respiro.


Ringrazio anche la “mia” squadra: Gabriel e Alessandra. Lavorare insieme con passione e leggerezza fa compiere grandi opere!


Ci sono ancora alcuni posti disponibili.

Info e iscrizione: residenziali.paolacosta@gmail.com

https://www.paolacosta.art/eventi

Link evento FB: https://www.facebook.com/events/1527181864151284


Con amore,

Paola



dal 16 al 19 settembre 2021

RESIDENZIALE ESPERIENZIALE


BENESSERE È
Conoscersi Accettarsi Amarsi per Vivere Felici

Il nostro SENTIRE come strumento per vivere realizzati e fare ciò che ci piace


con

Paola Costa

per le attività di gruppo: riconnessione al Corpo Sacro, Costellazioni Familiari e giochi!

e

Gabriel Aiello

per la preparazione e la cura dei pasti


Tra pochi giorni vi forniremo i dettagli, stay tuned!!!


156 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti